#41. Faster, Pussycat! Kill! Kill! (1965)


Faster, Pussycat! Kill! Kill!

Faster, Pussycat! Kill! Kill! È un film del 1965 di Russ Meyer. E’ decisamente uno dei film più celebri del regista e quello che ebbe maggior seguito di appassionati. Ancora oggi la il film e la sua locandina sono pezzi pregiati tra gli amanti del cinema. E’ è girato in bianco e nero  (Meyer dichiarò di voler realizzare un remake a colori ancor più prorompente ma non portò mai a termine il progetto) e appartiene al periodo gotico del regista, comprendente pellicole come  “Lorna” (1964), “Fanny Hill” (1964) e “Motorpsycho!” (1965) quest’ultima sconfinante della Bikesploitation. Nel cast del film, oltre a Tura Satana e a Lori Williams troviamo Haji che lavorerà ancora con Meyer in “Lungo la Valle delle Bambole” (1970) e “Supervixens” (1975) e Stuart Lancaster, in seguito protagonista del già citato “Supervixens” e di “Good morning…and Goodbye!” (1967), “I sette minuti che contano” (1970) e “Beneath the Valley of Ultra-Vixens” (1979).

Anno: USA 1965

Regia: Russ Meyer

Cast: Tura Satana, Haji, Lori Williams, Susan Bernard, Ray Barlow, Mickey Foxx, Stuart Lancaster, Dennis Busch, Paul Trinka, John Furlong

Durata: 83 minuti

Trama

Varla, Rosie e Billie sono tre spogliarelliste che vagano per il deserto sulle loro potenti auto. Un giorno incontrano una coppia, Tommy e Linda e li sfidano. Varla taglia la strada a Tommy e questi subisce un incidente. Nella collutazione che segue lo uccide, quindi droga Linda e la sequestra.

Lungo la strada si fermano ad una stazione di servizio e vedono un ragazzo muscoloso trasportare un vecchio paralizzato. Il benzinaio dice loro che il vecchio ha ereditato una fortuna ma deve per necessità farsi trasportare dal figlio mentalmente ritardato detto il Vegetale.

Intenzionate a impossessarsi del denaro, le tre raggiungono la fattoria del vecchio e vengono invitate a pranzo dal diffidente padrone di casa mentre l’altro figlio esce a fare provviste. A Billie è riservato il compito di controllare Linda e il Vegetale che la ragazza tenta senza successo di sedurre. Il Vecchio tenta di molestare Linda e lei si ribella, lo colpisce e scappa finchè non trova un pick-up di passaggio. Al guidatore racconta la vicenda e questi promette di portarla in salvo, ma lei non sa che si trova in macchina con il figlio del Vecchio che la riporta al ranch. Il gruppo si mette a tavola e il Vecchio racconta il destino di sua moglie, morta dando alla luce il Vegetale che per questo è profondamente odiato dall’uomo. Linda scoppia in lacrime e racconta che Varla è un’assassina ma non viene creduta da nessuno. La stessa Varla cerca di sedurre Kirk. Dopo pranzo approfittando dell’ubriacatura di Billie, Linda fugge di nuovo e si mettono alla sua ricerca Varla e Kirk, il Vecchio e il Vegetale. Il Vegetale arriva per primo e il Vecchio gli ordina di uccidere Linda ma, non riuscendo a convincerlo, decide che le ragazze dovranno andarsene. Varla invece è quanto mai intenzionata a restare e derubare l’uomo. Billie decide di andarsene ma Varla la uccide lanciandole un coltello nella schiena. Quando Rosie e il Vegetale scoprono il corpo, l’uomo turbato pugnala a morte Rosie. Varla quindi sale in macchina e insegue il Vecchio investendolo e uccidendolo. Scopre quindi il nascondiglio del denaro che si trova nella sedia a rotelle. Decisa a non lasciare testimoni, Varla tenta di investire anche il Vegetale ma questi resiste finchè stremato non crolla sotto la macchina, quindi si mette alla ricerca di Kirk e Linda e li raggiunge per ucciderli. Varla si avventa su Kirk e quando sta per avere la meglio, Linda sale sul pick-up, mette in moto e investe Varla uccidendola.

Faster, Pussycat! Kill! Kill!

Commento (appassionato)

Il film, pur appartenendo ad una produzione precedente a quella di fine anni’60-primi anni ’70 mostra già alcune delle caratteristiche topiche dei film di Meyer: sesso e violenza. Rispetto ad altri film qui manca l’ironia e l’esplicita sessualità, sostituite da una maggior dose di violenza. Non si vedono mai, ad esempio seni o lati B in bella mostra (Meyer si rifarà negli anni successivi con le pellicole pop come “Vixen!” del 1968, “Supervixens” del 1975 fino ad arrivare a “Beneath the Valley of the Ultra-Vixens” del 1979)

Anche se il catfight iniziale potrebbe far pensare al classico film di pseudo lesbiche in atteggiamenti provocatori, la violenza prende immediatamente il sopravvento; Varla, Rosie e Billie sembrano una trasposizione al femminile ante litteram dei drughi di “Arancia Meccanica”. Qui l’ultra violenza del film di Kubrick viene sostituita da una violenza sempre gratuita ma, almeno nella prima parte del film, annacquata dalla sensualità delle protagoniste risultando forse, proprio per questo motivo, più edulcorata e non così cruda. Decisamente più tosta la seconda parte del film, fatta di una lunga catena di omicidi che culminano con l’uccisione di Varla.

Faster, Pussycat! Kill! Kill! 3

Meyer si spinge molto avanti con la rappresentazione del mondo femminile: Varla ha già ampiamente superato l’uguaglianza con gli uomini e, anzi è molto superiore a loro e anche più forzuta. In lei è praticamente assente ogni forma di femminilità a livello caratteriale, in netto contrasto con la trasudante femminilità del suo fisico. E’ una killer spietata, pronta ad uccidere per ogni minimo screzio che non si ferma di fronte a nulla e nulla può fermarla, neanche Billie che , nonostante la sua debolezza, è comunque una del “branco”. La sua furia è inarrestabile ed è decisa ad uccidere chiunque si frapponga tra lei e il suo obiettivo: troveranno infatti la morte Tommy, la già citata Billie, il Vegetale e il Vecchio e solo l’intervento di Linda che la investirà con la jeep riuscirà a fermarla prima che uccida anche Kirk.

La pellicola fa riecheggiare in molti passaggi quel cinema di Bikesploitation degli anni ’60 (dei quali, come già detto, “Motorpsycho” dello stesso Meyer è un esempio) fatto di corse clandestine, anche se le tre protagoniste non si muovono in moto ma in auto. Verrà reso omaggio a questa pellicola nel film “Bitch Slap – Le Superdotate” (2009) di Rick Jacobson.

Delle tre spogliarelliste, Varla (Tura Satana, un carattere difficile da gestire per Russ Meyer) anche per i suoi lineamenti asiatici e un po’ spigolosi e per la sua dirompente prosperosità è la leader ideale del gruppo che comprende Rosie (Haji), segretamente innamorata di Varla e Billie sempre in cerca di sesso e di uomini, trattata sempre in modo molto stizzito da Rosie. Billie delle tre è la più “docile”, non esagerata come Varla, ma più proporzionata e ugualmente “morbida” (e pronta a fare di ogni passeggiata una sfilata di moda).

Il film dipinge anche in modo molto rude il profondo sud degli Stati Uniti rappresentato dal Vecchio (Stuart Lancaster): estremamente maschilista, razzista, irrispettoso delle opinioni altrui e naturalmente diffidente che siede in veranda sulla sedia a rotelle con il fucile in mano: poco meno che una macchietta.

Faster, Pussycat! Kill! Kill! 2

La recitazione delle tre è quantomeno amatoriale e un po’ macchinosa ma alla fine non è questo che ci si aspetta da un film di Meyer. Rosie tra tutte è quella più meccanica ed ha una gestualità tipica degli attori che provano a scimmiottare gli italiani.

Scena imperdibile

Degna di nota le scena iniziale della gara di velocità nel deserto, emblema del film per la violenza delle protagoniste che si fanno beffe della coppia appena incontrata arrivando ad uccidere il ragazzo.

Citazioni

Signore e Signori benvenuti alla Violenza!

In definitiva

Film di punta della produzione di Russ Meyer, diventato cult e considerato il suo lavoro migliore. Assolutamente da vedere sia per gli amanti del regista ma anche consigliato a coloro che gli si accostano per la prima volta.

Valutazione

Regia 6
 Trama 6
Recitazione 5
Il giudizio di MoviesTavern (vale doppio!) 6
Voto complessivo 5.8
Annunci

6 thoughts on “#41. Faster, Pussycat! Kill! Kill! (1965)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...