#45. Eegah! (1962)


Eegah!

Eegah! È un film di Arch Hall Sr. del 1962. Definito da più parti come uno dei peggiori film mai realizzati, è diventato negli ultimi anni un cult, soprattutto dopo la sua apparizione in uno degli episodi della serie non meno cult Mystery Science Theatre 3000. Protagonisti, oltre allo stesso Arch Hall Sr. e il figlio Arch Hall Jr., anche Richard Kiel, praticamente agli esordi, che diverrà famoso per il ruolo dello squalo nei film di James Bond “La Spia che mi Amava” (1977) e “Moonraker” (1979).

Anno: USA 1962

Regia: Arch Hall Sr.

Cast: Arch Hall Sr., Arch Hall Jr. Richard Kiel, Marily Manning

Durata: 90 minuti

Trama

Una notte Roxy Miller sta guidando la propria auto di ritorno da una festa e si imbatte, quasi investendolo, in un gigante che sembra uscito dall’età della pietra. Convince il padre Robert e il fidanzato Tom a mettersi sulle sue tracce per dimostrare che ciò che ha visto non è stato solo frutto di fantasia e i tre si recano nel deserto dove è avvenuto il fatto.

Robert Miller, per ottenere delle prove, decide di andare in elicottero nel deserto; qui si imbatte nel gigante e viene rapito e portato in una caverna. Il giorno successivo, la figlia e il suo ragazzo Tom si mettono sulle tracce del padre ma, durante la notte sono svegliati dalla radio mal funzionante di Tom e vedono vicino a loro la clava del cavernicolo; allarmati si mettono alla ricerca e Roxy viene rapita e portata nella stessa grotta dove si trova il padre: questi la informa che l’uomo non è cattivo e cerca di convincerla a distrarlo per evitare che si arrabbi. La grotta dove si trovano è chiusa con un grande masso e per loro è quindi impossibile uscire.

Robert e Roxy in qualche modo socializzano con Eegah (questo è l’unico suono che l’uomo emette) e lo convincono ad aprire la grotta ed uscire. Qui trovano Tom che li stava cercando; appena lo vede, Eegah ha un accenno d’ira e lo colpisce tramortendolo, quindi prende con sé Roxy e fugge.

In modo rocambolesco i tre riescono a ricompattarsi, salire in macchina e fuggire dal deserto per fare ritorno a casa.

Giorni dopo Tom e Robert sembrano aver dimenticato il tutto mentre Roxy è triste per la condizione dell’uomo chiuso nella sua grotta solitaria. La ragazza cerca di distrarsi andando ad una festa dove suona il ragazzo Tom.

Eegah seguendo il profumo dello scialle lasciato da Roxy, individua il posto e irrompe alla festa scatenando il putiferio. La polizia accorre e mentre Eegah sta tentando di farsi giustizia, lo uccide sparandogli al petto.

Robert Miller decide quindi

Commento (appassionato)

Cosa aspettarsi da un film al top della classifica di gradimento della serie cult MST3K, che Michael Medved ha inserito nel suo libro “The Fifty Worst Movies of All Time” e che su IMDb è stato giudicato con un voto prossimo al 2/10?

Ma andiamo per gradi. Arch Hall Sr. nel 1962 non sapendo cosa fare di circa 15mila $ pensò di chiamare il figlio, uno sconosciuto energumeno di quasi 2,20m e una bella ragazza per metterli nel cast di uno dei suoi tanti B-Movies. Il soggetto? Presto detto: il ritrovamento, nell’arido deserto della California di un cavernicolo rimasto all’età della pietra. Il che potrebbe non essere un’idea così pessima; basterebbe, ovviamente, svilupparla un minimo.

Il buon Arch invece non ci fa sapere perché il cavernicolo Eegah sia lì, né come abbia fatto la sua famiglia a sopravvivere per migliaia di anni senza mai incontrare nessuno di civilizzato (oltretutto bevendo acqua solforosa…).

Quello che sappiamo invece è che Robert Miller ha un futuro genero tediosissimo, un sacco di soldi, una figlia che vorrebbe fosse qualcosa più che una figlia (i comportamenti sono abbastanza ambuigui tra i due) che non esita a svenire ogni piè sospinto (sviene tre volte o forse più durante il film) e un kit da viaggio da Lord.

Eh si perché il caro Sig. Miller si reca in elicottero a cercare il caverincolo (poteva prendere una dune buggy?) e viene, come prevedibile, rapito e portato in una grotta. Qui il giorno dopo finisce anche Roxy che dopo un po’ di tempo passato a tentare di imbonire Eegah (parleremo anche di questo…) pensa bene di fare la barba (?) a Robert! Cioè lui è andato a fare una missione di una notte alla ricerca del figlio e si porta dietro la schiuma da barba e il rasoio??? Solo un mito può fare una cosa del genere. Visto questo ho iniziato a pensare che magari avesse potuto avere con sé anche un frullatore, un forno e un frigo e allestire un piccolo banchetto nella caverna…

Molto poco sveglio invece (come avrete forse già capito) Tom Miller che non trova l’ingresso dell’unica caverna presente nel raggio di 1000km, peraltro ben visibile, essendosi accampato appena 200 metri più avanti. Se questa è la sua abilità a scovare le grotte, non ci si stupisce del perché la bella Roxy non fosse così schifata da Eegah.

A proposito del cavernicolo, le sue espressioni sono, ovviamente, dei rutti incomprensibili, ma se ben guardate lui muove la bocca solo per il 10% delle volte: negli altri casi si sentono suoni ma non si vedono muovere le labbra. A proposito di questo fantastico fuori sincro vedere la sezione “Citazioni”.

Insomma, film che sarebbe potuto essere non da buttare che invece è rimasto nei nostri cuori come una perla tra i cult-trash. Grazie Arch!

Scena imperdibile

Molto spassoso cercare di trovare tutte le incongruenze e le scene strampalate di questa fantastica pellicola che vi elenco in ordine sparso.

Apriamo con i tediosissimi intermezzi musicali di Tom Nelson, interpretato da Arch Hall Jr.: il ragazzo, scritturato anche per mostrarlo al grande pubblico (che non fu per nulla grande se è vero che al botteghino il film fu, indovinate un po’, un flop) doveva essere un Justin Bieber dei suoi tempi, con un’acconciatura stile Elvis e chitarra sempre pronta per intonare smielati motivetti dalle rime quanto meno discutibili dedicate ogni volta a ragazze diverse, tra le quali mai una con il nome della ragazza di Tom, Roxy, un nome che, peraltro essendo breve si presterebbe anche abbastanza facilmente ad essere inserito in un testo, ma tant’è.

Eegah 2

Interessante anche notare come Roxy non sia per nulla infastidita che il proprio fidanzato prenda la chitarra, la guardi con sguardo languido e dedichi una canzone a…Valerie. Provate a fare una cosa con la vostra fidanzata e vi trovereste di nuovo sul mercato con un occhio nero e l’inguine dolorante.

In più, non si sa come, ogni volta che Tom prende la chitarra e inizia a cantare si sente in sottofondo il controcanto e il suono di un pianoforte che nessuno sa da dove venga.

Passiamo al comportamento fuori dal mondo nei due dentro la grotta: Robert Miller non capisce se sia rassegnato (senza neppure tanto sconforto) ad un’esistenza nella grotta col puzzolentissimo cavernicolo o se tutto sommato non sia compiaciuto o quanto meno non dispiaciuto di passare del tempo con il suo nuovo amico. Per inciso in una notte sembra aver imparato a parlare con Eegah e a comprendere quello che lui vuole (chissà cos’avranno fatto durante la notte per trovare tutta questa complicità).

Roxy invece viene tranquillizzata dopo due minuti e finge solamente di aspettare che Eegah liberi l’ingresso della grotta; a mio parare aveva voglia di vedere come un uomo di due metri e venti (fate voi poi le dovute proporzioni…) sapesse maneggiare la clava. Ottima inoltre la sua prestazione come estetista: con una schiuma da barba marcia e un rasoio già utilizzato riesce a trasformare Eegah in una persona quasi normale (ovviamente, anche in questo caso, con le dovute proporzioni) e a dargli anche un taglio di capelli alla moda, nonostante i reiterati tentativi del gigante di leccarsi tutta la schiuma da barba (magari gli profumava un po’ l’alito…)

Eegah! 1

Citazioni

Watch out for snakes!

La perla non è tanto nella frase ma, come avrete potuto ben vedere nel video…nessuno l’ha pronunciata! Questo spezzone non a caso è diventato uno dei più apprezzati all’interno di MST3K.

In definitiva

Un bel trash che merita una visione, magari un po’ alticci. Non mi risulta esista una versione italiana, quindi è un po’ difficile da seguire per coloro che non sanno l’inglese. Però un tentativo va fatto. Il film è di pubblico dominio negli Stati Uniti e potete guardarvelo qui sotto o cliccare il link Eegah!

Valutazione

Regia 1
 Trama 0
Recitazione 0
Il giudizio di MoviesTavern (vale doppio!) 1
Voto complessivo 0.6

 

Annunci

One thought on “#45. Eegah! (1962)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...