#54. Evil Toons – Non Entrate in Quella Casa (1992)


Evil Toons - Non Entrate in Quella Casa

Evil Toons – Non Entrate in Quella Casa, conosciuto anche con il nome di Diavolo di un Cartone è un film del 1992 di Fred Olen Ray. Giato in tecnica mista con un budget limitatissimo (circa 140mila $), vede la partecipazione si David Carradine, in futuro celeberrimo interprete in nei due volumi del 20113 e 2004 di “Kill Bill” di Quentin Tarantino e di Dick Miller, a lungo in sodalizio con Roger Corman (come nel film del 1959 “Un Secchio di Sangue”). Nel cast sono presenti anche alcune pornostar dell’epoca come Madison Stone e Barbara Dare.

Anno: USA 1992

Regia: Fred Olen Ray

Cast: David Carradine, Arte Johnson, Dick Miller, Monique Gabrielle, Suzanne Ager, Madison Stone, Barbara Dare (accreditata come Stacey Nix), Don Dowe, Michelle Bauer

Durata: 90 minuti

Trama

Quattro ragazze, Megan, Terry, Roxanne e Jan, sono incaricate da Burt, proprietario di una ditta di pulizie, a rimettere in ordine una casa disabitata.

Una sera ricevono dallo strano Gideon Fisk un pacco con un libro dall’aspetto vissuto che contiene strane illustrazioni e formule in lingue sconosciute.

Quando le ragazze riescono a leggere le iscrizioni, riportano in vita uno spirito diabolico sotto forma di cartone animato che fa sesso con Roxanne trasformandola in una sexy demone.

La prima vittima della ragazza posseduta è il suo ragazzo Biff, quindi giunge sul posto Burt, allarmato dai vicini delle ragazze che hanno sentito urlare; qui viene sedotto da Roxanne e poi ucciso.

Le ragazze si spaventano e cercano di far fuggire il demone che fa ancora una vittima, Jan. Con l’aiuto di Gideon le due superstiti riescono con un’altra formula a scacciare il demone e la situazione torna alla normalità.

Commento (appassionato)

L’unica volta che mi è capitato di vedere un film bello o passabile il cui titolo iniziasse per “Non aprire…”, “Non fare…” o cose simili è stato in occasione di “Non Aprite Quella Porta” del 1974 di Tobe Hooper. Poi la minima fantasia dei distributori italiani ha iniziato ad appioppare il fantomatico “non fare questo” o “non fare quello” ad una miriade di film con titoli originali assai differenti ma accomunati tutti da trame e risultati finali ben al di sotto delle aspettative se non proprio scadenti.

Evil Toons ovviamente non è da meno. La trama è una roba allucinogena, la recitazione manco a parlarne (non a caso le protagoniste sono per tre quarti ex pornostar che, come molte altre loro colleghe, non brillano per capacità interpretativa) e gli effetti speciali idem.

Evil Toons 1

L’unica cosa che salva (anche se “salva” è un parolone) è la gran quantità di nudo e poppe che tendono sempre a raddrizzare un po’ la barca nei film nei quali le idee per arrivare ai fatidici 90 minuti di proiezione (anche se qui sono molto meno) sono poche. Il birbone Fred Ray infatti ha avuto la geniale idea non solo di dare le chiavi del film a quattro belle ragazze, ma di farle interpretare da delle pornostar (probabilmente per rendere la loro disinibizione ancora più realistica).

Evil Toons 2

Parti della trama sono prese a piene mani da altri film, uno su tutti “La Casa” di Sam Raimi (1981) che non a caso condivide con questo film parte del titolo (“Evil Dead” contro “Evil Toons”): la scena dell’apertura del Necronomicon e della recita della formula per rievocare un demone è copiata pari pari. Questa volta però il demone è un cartone animato a forma di diavoletto peloso (simile a Tazmania) che non perde occasione di copulare e possedere le incaute (e più propense alla nudità che al lavoro) inquiline della casa.

La tecnica mista se aveva funzionato alla grande con “Chi ha Incastrato Roger Rabbit?” (1988) non a caso firmato da un mostro sacro come Robert Zemeckis, in questo caso è abbastanza innaturale e soprattutto completamente inutile ai fini della storia: chissà come è venuta in mente al regista l’idea del demone-cartone animato.

Neanche la presenza di David Carradine e del jolly dei B-movies Dick Miller riesce a salvare una pellicola di bassissimo livello, senza originalità e senza grosso senso.

Si sarebbe fatto molto prima a fare un horror softcore con una trama più sensata.

Scena imperdibile

Beh, visto che il film non brilla per paurosità, ciò che rimane a fine visione sono le immagini delle conturbanti protagoniste quella che rimane impressa vede la timida Megan aprirsi la camicetta davanti allo specchio e accarezzarsi il corpo rivelando degli attributi insospettabili e da non sottovalutare.

 

 

 

Evil Toons 3
Questo…
Evil Toons 4
…prelude a questo!!!

Per gli amanti del cinema di serie B e del meta teatro, gustosa la scena nella quale Burt, interpretato da Dick Miller guarda la TV che trasmette “Un Secchio di Sangue” dove è presente lo stesso Dick Miller nei panni del fantomatico artista Walter Paisley. Quando Burt, scocciato deve interrompere la visione se ne esce con la frase “Perché questo tizio non ha mai vinto un Oscar?”

Citazioni

Che belle tette!

In definitiva

Se proprio volete vedere quattro pornostar fare ciò che sono solite fare allora guardatevi direttamente un porno. Altrimenti non ha molto senso vedere quest’opera. Se per caso lo doveste trovare scanalando di notte potreste fermarvi sul film solo se sarete fortunati a beccare una scena di nudo o l’assurdo faccione del demone-cartone.

Valutazione

Regia 5
 Trama 3
Recitazione 3
Il giudizio di MoviesTavern (vale doppio!) 3
Voto complessivo 3.4
Annunci

7 thoughts on “#54. Evil Toons – Non Entrate in Quella Casa (1992)

  1. Ahahah mi sa che è un film da vedere ad occhi chiusi ^_^
    In pratica è la versione “zozza” di “Fuga dal mondo dei sogni” (1992) con Brad Pitt e Kim Basinger, che già da solo ha abbondantemente dimostrato che i cartoni animati per adulti falliscono miseramente…

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...