[Hail to the King!] Lucio Fulci


Per la nuova rubrica Hail to the King! Oggi volevo presentare Lucio Fulci, che questa settimana avrebbe compito 88 anni se non ci avesse lasciato nel 1996.

Lucio Fulci

Autodefinitosi terrorista di generi, il regista romano ebbe un modo particolarissimo e personale di portare sullo schermo i suoi racconti confondendo spessissimo nelle proprie opere tematiche horror, thriller e western con il risultato di disorientare e scioccare lo spettatore.

Nella sua ultratrentennale carriera Fulci diresse pellicole di ogni genere iniziando con la commedia, passando al musicarello, quindi allo spaghetti western, al giallo, al fantasy e all’horror, per il quale è maggiormente conosciuto.

Non godette mai in vita della stima della critica, perlomeno in Italia, mentre all’estero, soprattutto in Francia, fu da subito apprezzato per il suo stile molto personale.

Si può riconoscere la sua mano nei film da lui diretti per la presenza di alcuni elementi molto caratteristici, come i finali aperti, le scene splatter, le trame spesso surreali e illogiche e la sua ossessione per gli occhi; celeberrime alcune immagini dei suoi film con primissimi piani sullo sguardo dei protagonisti così come altrettanto celebre è la scena dell’occhio squarciato da una scheggia in “Zombi 2”.

La sua vita e la sua carriera furono profondamente segnate da fatti tragici, come la scomparsa prematura della moglie, suicidatasi per un’errata diagnosi di un tumore e la malattia che lo colpì nel 1984. Se la terribile perdita della donna amata (cui seguì a breve distanza la scomparsa della madre) non sconvolse particolarmente il suo stile, la malattia che lo colpì lo costrinse per lunghissimo tempo lontano dal set e al suo ritorno del terrorista che era rimase solo un’ombra sbiadita. Fulci si ritrovò quindi a dirigere film con budget ristrettissimi e pressato dall’imponente sviluppo delle TV commerciali che fecero tramontare i film di genere.

Gli esordi di Fulci furono, come detto, nella commedia; nel 1959 diresse “I Ladri” con Totò, quindi incontrò Franco e Ciccio iniziando un proficuo sodalizio che lo portò a dirigerli in molte occasioni. Oltre al duo comico, Fulci collaborò anche con Lando Buzzanca, Raimondo Vianello e Sandra Mondaini, Vittorio Caprioli, Walter Chiari e Enrico Maria Salerno.

Per non essere etichettato come regista di Franco e Ciccio, Fulci passò nel 1966 allo spaghetti western iniziando a prendere dimestichezza con le scene di violenza (celebri saranno quelle de “I Quattro dell’Apocalisse” del 1975).

Nel 1969 passò quindi ai gialli e iniziò la “rivalità” con Dario Argento, allora considerato il maggior interprete del genere. A questo periodo risale la scomparsa della moglie e della madre. Legati al filone giallo sono alcuni dei suoi film più celebri come “Una sull’Altra” del 1969, “Una Lucertola con la Pelle di Donna” del 1971, “Non si Sevizia un Paperino” del 1972 e “Sette Note in Nero” del 1977.

La svolta verso l’horror, iniziata nel 1979 con la direzione di “Zombi 2” proseguì cpon alcuni film diventati cult come “Paura nella Città dei Morti Viventi” del 1980, “…E Tu Vivrai nel Terrore – L’Aldilà” e “Quella Villa Accanto al Cimitero” entrambi del 1981.

Dopo la malattia del 1984 la produzione del regista si fa più scadente e del periodo si può ricordare solo “Un Gatto nel Cervello”, film cult tra gli appassionati.

Purtroppo spesso la sua figura è legata a quest ultimo periodo che, sinceramente, non brilla né per inventiva né per risultati. Ai suoi detrattori che lo criticano solo per questo ultimi 5-10 anni di produzioni, consiglio vivamente di vedersi alcuni film degli altri 25-30 anni di carriera, soprattutto i gialli.

Filmografia

  • I ladri (1959)
  • I ragazzi del Juke-Box (1959)
  • Urlatori alla sbarra (1960)
  • Colpo gobbo all’italiana (1962)
  • I due della legione (1962)
  • Le massaggiatrici (1962)
  • Uno strano tipo (1963)
  • Gli imbroglioni (1963)
  • I maniaci (1964)
  • I due evasi di Sing Sing (1964)
  • 00-2 agenti segretissimi (1964)
  • I due pericoli pubblici (1964)
  • Come inguaiammo l’esercito (1965)
  • 00-2 Operazione Luna (1965)
  • I due parà (1965)
  • Come svaligiammo la Banca d’Italia (1966)
  • Le colt cantarono la morte e fu… tempo di massacro (1966)
  • Come rubammo la bomba atomica (1967)
  • Il lungo, il corto, il gatto (1967)
  • Operazione San Pietro (1967)
  • Una sull’altra (1969)
  • Beatrice Cenci (1969)
  • Los Desperados (1969) codiretto con Julio Buchs
  • Una lucertola con la pelle di donna (1971)
  • Nonostante le apparenze… e purché la nazione non lo sappia… All’onorevole piacciono le donne (1972)
  • Non si sevizia un paperino (1972)
  • Zanna Bianca (1973)
  • Il ritorno di Zanna Bianca (1974)
  • I quattro dell’apocalisse (1975)
  • Il cav. Costante Nicosia demoniaco ovvero: Dracula in Brianza (1975)
  • La pretora (1976)
  • Sette note in nero (1977)
  • Sella d’argento (1978)
  • Zombi 2 (1979)
  • Luca il contrabbandiere (1980)
  • Paura nella città dei morti viventi (1980)
  • Black Cat (Gatto nero) (1981)
  • …E tu vivrai nel terrore! L’aldilà (1981)
  • Quella villa accanto al cimitero (1981)
  • Lo squartatore di New York (1982)
  • Manhattan Baby (1982)
  • Conquest (1983)
  • I guerrieri dell’anno 2072 (1984)
  • Murderock – Uccide a passo di danza (1984)
  • Il miele del diavolo (1986)
  • Aenigma (1987)
  • Quando Alice ruppe lo specchio (1988)
  • Il fantasma di Sodoma (1988)
  • Zombi 3 (1988) (terminato da Bruno Mattei e Claudio Fragasso)
  • La dolce casa degli orrori (film TV) (1989)
  • La casa nel tempo (film TV) (1989)
  • Un gatto nel cervello (1990)
  • Demonia (1990)
  • Hansel e Gretel (1990) codiretto con Giovanni Simonelli ma non accreditato
  • Voci dal profondo (1991)
  • Le porte del silenzio (1991)
Annunci

2 thoughts on “[Hail to the King!] Lucio Fulci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...